natale olio e sott'oli bergamotto salumi formaggi biscotti e dolci vini e liquori confetture miele casa e persona

La cipolla rossa di Tropea

La Cipolla di Tropea: tutte le sue straordinarie proprietà benefiche

La cipolla rossa appartiene alla famiglia delle Liliaceae, genere Allium, specie Allium Coepa.
Diverse fonti storiche e bibliografiche attribuiscono la sua introduzione in Calabria 2000 anni fa ad opera dei Fenici prima e dei Greci dopo.
L'areale di produzione è ben delimitata ed abbraccia la fascia costiera medio-alta  tirrenico calabrese, interessando così le province di Cosenza, Catanzaro e Vibo Valentia.
La coltivazione predilige terreni freschi, di medio impasto e abbastanza sciolti, che fronteggiano il mare. Il microclima locale (temperatura, umidità, ore di luce) e la qualità del terreno sono i fattori maggiormente responsabili delle straordinarie qualità di queste cipolle rendendole dolci, bianche all’interno e rosso-violetto fuori.
A Tropea, la raccolta avviene ancora a mano e comincia alla fine di giugno, proseguendo per tutto luglio. Tradizionalmente le cipolle rosse si fanno seccare e si lavorano "a trecce", è così che si conservano fino al raccolto successivo. Sono ricche di sapore e proprietà extra-nutrizionali. Crude sono molto gradevoli al gusto, più dolci e aromatiche di quelle bianche e dorate. Ed è sempre a crudo che i loro principi attivi benefici danno il massimo.
Le cipolle sono composte per il 90% di acqua,  1% di proteine, pochissimi grassi e alcuni elementi minerali di rilievo quali potassio, calcio e fosforo.
Le rosse di Tropea sono ricche di quercitina (il flavonoide che ne colora la buccia di rosso), un prezioso antiossidante che stimola il sistema immunitario e che, in sinergia con la vitamina C contenuta nell’ortaggio, aiuta a proteggere i capillari e il tessuto connettivo, con effetto anticouperose. 
Tra le sue innumerevoli proprietà benefiche ricordiamo anche che è afrodisiaca, antisettica, anestetica, diuretica, cura i reumatismi, il mal di testa, gli ascessi, le verruche, le emorroidi, favorisce la secrezione biliare, evita raffreddore e influenza, emolliente, antiasmatica, antisclerotica, regola il tasso di colesterolo nel sangue, contro il diabete e le punture di insetti, allontana il rischio tumorale e preserva dall’invecchiamento.
Non male per un ortaggio che contiene nientemeno che il principio attivo di una delle pasticche più famosa del mondo, il “viagra“.